Parco del Molgora: da Usmate-Velate al confine con il Parco di Montevecchia

L'itinerario ha come base di partenza la località di Impari Inferiore, dotata di un ampio parcheggio.
La passeggiata prevede la seguente distanza da percorrere:

Distanza: 3.6 km
Tempi di percorrenza: a piedi 1h e 10 min. in mountain-bike 35 min


Il sentiero vero e proprio è segnato da un pannello con una mappa descrittiva “Mappamolgora”. Qui la dove strada si fa stretta e sterrata, ci si lascia a sinistra un boschetto e a destra campi seminativi.  
Si prosegue verso Nord godendo della vista (soprattutto in primavera) di una folta vegetazione con un sottobosco fatto di primule, anemoni, campanellini di primavera, dente di cane. 
Il sentiero ad un certo punto costeggia il fiume Molgoretta, che all’inizio appare tortuoso e con letto curvo. In alcuni tratti in cui il corso d’acqua è limpido si possono ammirare gruppi di pesci, soprattutto il Sanguinerola, pesce abituato a nuotare in acque ricche di ossigeno e fresche. Ciò è un indicatore di qualità delle acque non indifferente. 
Proseguendo lungo il sentiero e rivolgendo lo sguardo a Nord, si possono osservare i resti di un’antica chiusa che un tempo era utilizzata per dirottare l’acqua verso il parco di Villa Gallarati Scotti dove era utilizzata per dar vita ad un ninfeo dedicato a Nettuno.
 L’itinerario continua e il percorso si fa più ripido all’interno del bosco, dove lo scorrere delle acque piovane ha scavato una strada naturale le cui pareti sono ornate dalle radici a vista degli alberi. 
Dopo la tratta attraverso il bosco si giunge ad un terrazzamento da cui si possono ammirare campi coltivati con cereali e mais e la suggestiva catena delle Prealpi. 
Dopo aver superato le case di cascina Dossi, inizia un avvallamento con una folta vegetazione che in estate ripara dalla calura facendo godere di una gradita aria fresca. Si risale lungo l’avvallamento fino al borgo della cascina Impari Superiore dove inizia la discesa, attraverso una scalinata, verso Impari inferiore.