Corni di Canzo, itinerario nella natura con grandi panorami

Si parte dal parcheggio di Gajum (483 m.), mappa, è si inizia così a percorrere il cosiddetto sentiero geologico. Si prosegue per un bel pezzo lungo una strada acciottolata fino ad arrivare ad un tornante. Mantenendo la destra si sale all'Eremo di San Miro (606 m).

Seguendo il sentiero contrassegnato da ben visibili segni avvia rosso-bianchi si attraversa il torrente Ravella per immettersi nel bosco vero proprio.


Da qui, man mano che si risale si incontra una cascata sulle rocce di tufo calcareo e una marmitta dei giganti.
Dopo aver attraversato un Ponte si giunge a Terz'Alpe (800 m.), una bella località panoramica in cui si trova anche un buon agriturismo. Proseguendo, sempre mantenendo la destra, si arriva nella Riserva Naturale Sasso Malascarpa (1200 m.)

Proseguendo ancora a destra, si giunge ad un importante valico di confine, la Colma di Val Ravella (1000 m.), da dove è possibile ammirare un panorama suggestivo sulle valli di Lecco e Valmadrera.
Il Sasso Malascarpa è caratterizzato dalla presenza di resti fossili a forma di cuore, divenuto simbolo della riserva.

Si prosegue lungo il sentiero fino al piazzale della Torre (1194 m.) e subito dopo si raggiunge il rifugio SEC Marisa Consiglieri (1100 m.), da dove con uno sguardo si abbraccia tutta la Brianza.
Dopo essersi rifocillati può iniziare la discesa raggiungendo attraverso il segnavia n. 7 il torrente Ravella a riprendere all'incontrario il sentiero geologico.
Rifugio  Marisa Consiglieri (1100 m.)
Dati tecnici:
Dislivello: 717 m.
Durata: 4 ore
Difficoltà: media
Periodo: da aprile a novembre

Per maggiori informazioni:
SEC Società Escursionisti Civatesi
Via Cherubino Villa, 1
Civate CO
Tel. 0341 551383